Documenti

Coronavirus 2019-nCoV. Cosa è stato fatto all’inizio?

3 Coronavirus 2019-nCoV. Cosa è stato fatto all'inizio?

Cosa è stato fatto all’inizio dell’emergenza sanitaria?

Questa è la domanda a cui  bisogna dare una risposta concreta in seguito al susseguirsi degli eventi che hanno messo il mondo intero e soprattutto l’Italia di fronte all’emergenza sanitaria da corona virus SARS-coV-19 .

E’ certo che nei primi giorni dell’emergenza sanitaria la Direzione Generale per la Salute e la Sicurezza Alimentare – SANTE 3 della Commissione Europea  ha convocato una riunione  con i membri del Comitato per la Sicurezza Sanitaria /HSC e con i rappresentanti di enti e istituzioni a livello internazionale.  

Alla fine delle riunione tenuta in modalità audio è stata pubblicata la relazione del Comitato per la Sicurezza Sanitaria sui casi di polmonite associati al nuovo corona virus, riscontrati in Wuhan (Cina).

Il comitato ha quindi emesso un documento di sintesi  riguardo questa prima riunione  che si è tenuta il 17 Gennaio 2020  in modalità audio alla presenza dei membri del Comitato per la Sicurezza Sanitaria / HSC che riunisce rappresentanti del Centro Europeo per la prevenzione e il Controllo delle Malattie / ECDC (European Centre for Desease Prevention and Control), membri dell’ Organizzazione Mondiale della Sanità / OMS e membri della Direzione Generale per la Ricerca e l’Innovazione della Commissione Europea nonché i rappresentanti degli Stati Membri.   

Nell’occasione si è fatto presente che già il 31 dicembre 2019 il Centro Municipale e la Commissione per la Salute di Wuhan (Cina) avevano reso noto un  gruppo di casi di polmonite di eziologia sconosciuta con segnalazione di casi anche al di fuori di Wuhan (Shanghai, Pechino, altre province) e al di fuori della Cina, tra cui 3 in Thailandia, 1 in Giappone, 1 in Corea del Sud e un primo caso a Seattle, negli Stati Uniti.

Durante la riunione i partecipanti hanno proseguito la discussione sul servizio di screening delle uscite dall’aeroporto internazionale di Wuhan, nonché sul controllo di accesso nei territori limitrofi (Hong Kong, India, Indonesia, Malesia, Myanmar, Filippine, Singapore, Taiwan, Tailandia, Stati Uniti, Vietnam, Russia, Vietnam, Australia).

Inoltre si è fatto riferimento all’aeroporto di Wuhan  e i suoi  collegamenti aerei diretti con alcuni paesi dell’UE (Francia, Regno Unito e Italia).

Il documento che segue è la traduzione dall’inglese all’italiano, in fedele riproduzione, della relazione emessa dalla Direzione Generale per la Salute e la Sicurezza Alimentare – SANTE 3 della Commissione Europea.  

Puoi scaricare il documento in pdf qui: COMMISSIONE_Ue_Coronavirus.pdf IT

Testo Originario:  Summary Report  of 1st  HSC – Health Security Committee-  

https://ec.europa.eu/health/sites/health/files/preparedness_response/docs/ev_20200117_sr_en.pdf

europeforyou.net / Inglese > Italiano  Traduzione Dr.ssa Cetty Tripoli

P.S. Il traduttore rimanda al testo originario in lingua inglese.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.