Turismo

Il Turismo Culturale sostiene i popoli e il patrimonio vivente

turismo-culturale

La Conferenza che si è tenuta ad Istanbul lo scorso dicembre tra l’OMT – Organizzazione Mondiale del Turismo – e l’UNESCO  ha messo in evidenza che il turismo culturale sostiene i popoli e il patrimonio vivente. Nel corso della terza Conferenza sul Turismo Culturale i rappresentanti dell’OMT e dell’UNESCO hanno dichiarato che il turismo culturale è una leva molto importante per la salvaguardia dei beni culturali nel mondo intero e  per dare impulso alla creatività nelle città nonché per le vantaggiose ricadute socio-economiche.

La Conferenza organizzata con il sostegno del Ministero della Cultura e del Turismo della Repubblica della Turchia ha permesso di esplorare il grande potenziale che ha il turismo culturale. Sia i visitatori che le comunità ospitanti potrebbero avere dei grandi vantaggi in termini di ricezione ma è indispensabile preservare le tradizioni culturali.  E’ necessario creare una solida relazione tra turismo , cultura e comunità locali.

Inoltre le politiche e le strategie per lo sviluppo del  turismo culturale devono tenere in considerazione  gli interessi delle comunità locali che hanno un ruolo importante in quanto possono aiutare gli organi di governo a conciliare lo sviluppo del turismo con la salvaguardia del patrimonio culturale.

Marie-Louise Coleiro Preca, presidente della Repubblica di Malta, nel suo discorso ha sottolineato che “Oggi  la diplomazia del turismo assume sempre più importanza nel favorire la comprensione. La cultura ha un ruolo essenziale a questo proposito”.

Xing Qu vice direttore generale dell’UNESCO ha confermato il ruolo essenziale del turismo culturale dichiarando che “il turismo offre una formidabile opportunità per sostenere lo sviluppo economico locale e sopprimere le barriere tra i popoli. La creatività e l’innovazione tecnologica e allo stesso tempo la salvaguardia del patrimonio vivente sono fattori  essenziali per la promozione di un turismo responsabile e sostenibile e per aiutare nel futuro le comunità”. 

Il Segretario Generale dell’ Organizzazione Mondiale del Turismo Zurab Polalikashvili, durante l’inaugurazione della Conferenza ha dichiarato: “La cultura è uno dei motori della crescita del turismo quindi la protezione del patrimonio culturale e la promozione del turismo al servizio dello sviluppo sostenibile sono indissolubili. La presenza in questa conferenza  di più di 30 ministri di tutto il mondo testimonia il ruolo della cultura nel turismo.”

Anche il Ministro della Cultura e del Turismo turco Mehmet Ersoy ha aggiunto: ” Il partenariato tra cultura e  turismo offre un quadro per la cooperazione tra il pubblico e il privato, l’educazione, gli investimenti e la sostenibilità.

Al termine del dibattito la maggior parte dei 30 ministri  presenti sono stati unanimi nel concludere che il turismo e la cultura siano indivisibili i e che dovrebbero essere uniti per un turismo che non opprima il patrimonio culturale e che giovi  sia ai visitatori che alle popolazioni locali. Tuttavia la sfida principale è quella di estendere l’attrattività del turismo basato sulla cultura al di là dei siti “classici”.

La prima seduta della Conferenza è stata orientata sul potenziale che il turismo culturale ha di aiutare le città a trasformarsi in ambienti e destinazioni più sostenibili e più creative. I partecipanti si sono trovati d’accordo nel ribadire che il settore culturale e la creatività possono rinforzare e alimentare l’innovazione nel turismo.

Il secondo giorno dell’incontro è stato dedicato all’influenza  del turismo responsabile e del progresso tecnologico nella salvaguardia del patrimonio culturale immateriale. Inoltre è stato ribadito che bisognerebbe  rendere il turismo culturale accessibile a tutti.

Durante l’incontro 5 aziende turistiche turche di primo piano hanno firmato l’Impegno di adesione al Codice Etico del Turismo voluto dall’OMT per assicurare lo sviluppo sostenibile del turismo.

La terza Conferenza Mondiale OMT/UNESCO sul turismo culturale porterà ad una Dichiarazione che suggella l’impegno di tutti i partecipanti a rinforzare il partenariato tra il turismo e la cultura, volto ad orientare la realizzazione del Programma di Sviluppo Sostenibile per il 2030 enunciato dalle Nazioni Unite.

A breve si terrà a Kioto (Giappone) una nuova Conferenza.

Redazione europeforyou.net / Traduzione di Cetty Tripoli

Articolo  tratto da  UNWTO  Organizzazione Mondiale del Turismo

vai al sito dell OMT: http://www2.unwto.org/fr/press-release/2018-12-05/conference-omtunesco-le-tourisme-culturel-un-soutien-pour-les-populations-e

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.