Turismo

Il turismo è un’ancora di salvezza secondo l’OMT

Il turismo è un’ancora di salvezza per milioni di persone e l’Organizzazione Mondiale del Turismo-OMT chiede ai governi un forte sostegno per questo importante settore, al fine di proteggere imprese e posti di lavoro.

Secondo l’OMT i dati mostrano una lenta ripresa del turismo in diversi paesi, dopo alcuni mesi di sconvolgimento dovuti al Covid 19.

Il turismo è uno dei settori più colpiti a causa delle restrizioni di viaggio che sono ancora in vigore nella maggior parte delle destinazioni  a livello mondiale.

L’Organizzazione Mondiale del Turismo-OMT mette in evidenza che il turismo è un importante settore dell’economia a livello globale e chiede ai governi e alle organizzazioni internazionali di sostenere questo importante pilastro economico.

I dati dell’OMT mettono in evidenza che il settore turistico si sta riprendendo, soprattutto in alcuni luoghi.

In alcuni paesi si assiste ad una graduale revoca delle restrizioni sui viaggi, tra le misure introdotte dai governi per rilanciare il turismo: la ripresa dei voli internazionali e il rafforzamento dei protocolli di sicurezza e igiene.

Il mese di Aprile doveva essere per le località turistiche uno dei mesi più proficui del 2020, grazie alle vacanze di Pasqua. Invece le restrizioni sui viaggi a livello mondiale hanno portato  un calo del 97 % degli arrivi di turisti internazionali.

L’ OMT ha stimato che tra i mesi di gennaio e aprile 2020 gli arrivi dei turisti internazionali sono diminuiti del 44% e ciò ha comportato una riduzione delle entrate turistiche di circa 195 miliardi di dollari.   

L’area del Pacifico e dell’Asia è stata la più colpita, tra gennaio e aprile 2020  ha registrato un calo degli arrivi di turisti del 51%.

L’Europa ha subito un calo del 44% nello stesso periodo, seguita da Medio-Oriente  (-40%), Americhe(-36%) e Africa (-35%).

Guarda l’infografia, l’articolo è stato tratto dal sito ufficiale dell’OMT.

Traduzione dell’articolo e del grafico dal francese all’italiano.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.